Cosa fare e cosa vedere a Praiano

Cosa fare e vedere a Praiano

Pittoresco ed antico borgo marinaro posto su un rilievo tra il monte Sant’Angelo a Tre Pizzi e il capo Sottile, Praiano è una delle perle della Costiera Amalfitana, incastonata tra cielo e mare. Vanta una lunga tradizione turistica che risale ai tempi della Antica Repubblica Amalfitana, quando era molto amata dai Dogi di Amalfi, che ne fecero la loro residenza estiva.

Il territorio praianese è suddiviso sin dalla sua nascita in due nuclei principali: quello superiore di Praiano e quello di Vettica Maggiore nella zona più in basso, oggi frazione di Praiano ma in passato centro abitato autonomo. Il borgo è situato a circa 120 metri di altezza sul livello del mare e ciò significa che per visitare Praiano bisogna affrontare un gran numero di scalinate, a volte lunghe e faticose da percorrere, ma che conducono a luoghi davvero spettacolari. L’assenza di comode strade ha fatto sì che si salvaguardassero la tipicità e la bellezza dei luoghi. Dal centro sono numerosi i sentieri che scendono verso il mare e che portano alla scoperta di profumi e colori decisamente mediterranei.

Se pensate che non c’è niente di più rilassante e romantico dell’assistere a un tramonto sul mare non potete assolutamente perdervi la Cala della Gavitella, che, per la sua felice esposizione ad ovest con vista su Positano, Capri e Isola dei Galli, è l’unica spiaggia della Costiera Amalfitana baciata dal sole dall’alba al tramonto. Per raggiungerla bisogna percorrere un sentiero ricco di scale ma ne vale veramente la pena. Nei pressi della Gavitella ci sono: la Fontana dell’Altare, un’incantevole piscina naturale ricavata nell’antro di una grotta; e la solitaria spiaggia delle Praie, raggiungibile solo via mare.

Conosciuto anche come “il paese che saluta il sole”, Praiano è l’unico centro della Costiera Amalfitana dove è possibile ammirare il tramonto e il sorgere del sole, da cui appunto deriva il nostro nome Albadamare!

Di notevole bellezza anche la spiaggia di Marina di Praia, un piccolo gioiello incastonato tra due pareti di roccia a strapiombo sul mare. La spiaggia è sovrastata dalla Torre a Mare, un’antica torre di avvistamento saracena. Per chi ama il mare, oltre a fare il bagno e prendere la tintarella, a Marina di Praia è possibile anche praticare sport acquatici come kayak, windsurf e immersioni. Ma se volete vivere un’esperienza davvero indimenticabile, vi consigliamo di fare una gita in barca per ammirare gli scenari mozzafiato della Costiera Amalfitana. In particolare, con brevi escursioni in barca è possibile raggiungere le suggestive grotte che si aprono lungo la costa come le splendide Grotte di Suppraiano e dell’Africana, antri naturali di grande fascino che lasciano letteralmente senza parole.

Per gli appassionati di trekking, Praiano è uno dei punti di partenza del fantastico Sentiero degli Dei, una tappa imperdibile per gli amanti dei bei paesaggi. L’affascinante sentiero, che attraversa la Costiera Amalfitana, è uno dei percorsi naturalistici più belli al mondo. Il suo nome non è casuale perché lungo il percorso potete ammirare un paesaggio veramente divino la cui bellezza risiede anche nell’assoluta mancanza della mano dell’uomo. Da non perdere anche l’escursione alla scoperta del Fiordo di Furore, uno dei luoghi più affascinanti della Costiera Amalfitana. Il percorso è straordinariamente scenografico tra panorami mozzafiato e paesaggi di grande bellezza immersi nel verde. Queste sono solo alcune delle innumerevoli proposte di attività ed escursioni.

Oltre alla meravigliosa natura, Praiano offre anche tanta cultura e tradizione. È quasi impossibile non soffermarsi sul magnifico centro storico, con i suoi tesori dal grandissimo valore storico e culturale, tra i quali spiccano: la Chiesa di San Luca Evangelista, di elegante impianto barocco e risalente al XVI secolo, al cui interno sono conservate pregevoli opere d’arte; la Chiesa di San Gennaro, risalente anch’essa al XVI secolo, sormontata da una splendida e colorata cupola in maiolica; e la Chiesa di San Giovanni Battista, in stile romanico con alcune forme barocche, eretta nell’XI–XII secolo. Sulle pendici del monte Sant’Angelo a Tre Pizzi si trova invece il Convento di San Domenico, con annessa Chiesa di Santa Maria a Castro, a cui è legata la Luminaria di San Domenico con la sua suggestiva fiaccolata che illumina le strade di Praiano, un’antica tradizione che si festeggia dal 1° al 4 agosto volta a ricreare il sogno fatto dalla madre del Santo prima del parto. Un’altra caratteristica di Praiano è data dalle tantissime edicole votive di antica o recente data, in affresco o ceramica, presenti quasi ad ogni angolo di strada. Da non perdere non solo per la loro finalità religiosa, ma anche per gli scenari che le caratterizzano.

Da non sottovalutare poi le esperienze a tema gastronomico, infatti, è impensabile pensare di trovarsi in questo territorio e non provare i suoi deliziosi piatti e prodotti culinari. La Costiera Amalfitana è rinomata in tutto il mondo per la sua tradizione eno-gastronomica all’insegna di pietanze genuine e gustose. Lungo Marina di Praia si trovano numerosi ristoranti dove assaporare le tipicità del territorio.

Infine, per chi ama fare le ore piccole, a Praiano e nei dintorni vi sono diversi localini dove divertirsi con gli amici o la famiglia ma in particolare nei pressi della spiaggia di Marina di Praia si trova la spettacolare discoteca Africana Famous Club, che si sviluppa all’interno di due grosse grotte naturali. Inaugurata nel 1962, ha ospitato e ancora oggi ospita i più grandi DJ internazionali come Paris Hilton, Anane & Louie Vega, Tom Boxer, Steve Edwards, Skin, Gigi D’Agostino e Eiffel 65, solo per citarne alcuni.